Logo Pais

Gennaio 2014

Alessandra Ferrari

L’attenzione del MIUR si focalizza sulle dotazioni multimediali delle Istituzioni scolastiche anche come strumento per l’attuazione della dematerializzazione e della digitalizzazione

 

                L’aggiornamento della banca dati relativa all’Osservatorio Tecnologico, rilevazione per l’acquisizione delle informazioni sulle dotazioni multimediali per la didattica di cui dispongono le scuole statali, è stata effettuata quest’anno (Novembre 2013) attraverso la compilazione di un monitoraggio (a SIDI) completamente riorganizzato rispetto a quello degli anni precedenti.

L’esigenza di “rivedere” il questionario nella sua struttura e quindi, anche nella specificità delle sue domande, nasce nel quadro delle recenti disposizioni normative e assume di conseguenza una valenza maggiormente significativa.

Ci riferiamo nello specifico al Decreto Legge n. 104 del 12 settembre 2013 coordinato con la Legge di conversione n. 128 del 8 Novembre 2013, che ha previsto lo stanziamento di € 5 milioni per l’anno 2013 e € 10 milioni per l’anno 2014 (per le Istituzioni scolastiche  secondarie, prioritariamente a quelle di secondo grado) per la realizzazione e la fruizione della connettività wireless per l’accesso degli studenti a materiali didattici e a contenuti digitali, nonché all’Avviso della Direzione Generale per gli studi, la statistica e i sistemi informativi del 25 Novembre 2013 finalizzato alla promozione di interventi formativi volti  al potenziamento delle competenze relativamente ai processi di digitalizzazione e di innovazione tecnologica per un previsione di spesa di € 600.000,00.

 

Le finalità conoscitive da parte del MIUR quindi si concretizzano nel:

  1.       conoscere la reale consistenza delle dotazioni multimediali per la didattica complessivamente presenti e disponibili nelle scuole statali;
  2.       delineare, di conseguenza, una programmazione efficace di interventi mirati al rilancio dell’innovazione tecnologica nelle Istituzioni Scolastiche con particolare riguardo alla realizzazione di servizi di connettività wireless per consentire l’uso delle nuove tecnologie e dei contenuti digitali nella didattica in classe e trasformare aree ed ambienti didattici in aree ed ambienti didattici wireless.

 

Il monitoraggio, adottando modalità operative più semplici (accesso all’applicazione più veloce) nonché un questionario  con un minor numero di domande, ha focalizzato l’attenzione:

  •         sull’utilizzo di ambienti web dedicati alla didattica (servizi Cloud, Learning Management System, Content Management System, ecc.) con specifico riferimento ad alcune risorse digitali, quali ad esempio:  E-book, Learning Object, MOOC e corsi on-line;
  •         sulla consistenza di laboratori dedicati alle attività didattiche;
  •         sul numero di computer, delle LIM e dei videoproiettori interattivi funzionanti e presenti nei laboratori e nelle biblioteche;
  •         sulle dotazioni multimediali per la didattica, presenti e funzionanti nell’Istituto per fonti di finanziamento;
  •         sul numero di dispositivi mobili (Tablet, Smartphone, etc.);
  •         sull’ effettiva situazione delle connessioni internet attive utilizzabili nelle aule didattiche, con particolare riferimento anche ad altri locali della scuola: Aula Magna, Sala docenti e Palestra.

 

                Parlavamo sopra di una valenza particolare di questa Rilevazione poiché lo stanziamento di finanziamenti  mirati  all’attuazione della digitalizzazione sembra essere una risposta concreta all’evoluzione ormai in essere dei servizi digitali.

Nuovi finanziamenti, quindi, che si sommano alle risorse finanziarie già erogate negli anni passati con il Piano Nazionale Scuola Digitale.

Un processo quello della digitalizzazione sicuramente attuale e che sarà uno degli impegni prioritari nel futuro per tutta l’organizzazione scolastica, sia sul versante della didattica che sul versante “strettamente amministrativo”.

Per questo ci sembra opportuno soffermarci anche su quella parte del questionario (Sezione 1 e 2) che riguarda la richiesta di alcune informazioni che esulano dall’attinenza strettamente didattica ma che ampliano il monitoraggio anche sul versante più propriamente “amministrativo”. Nello specifico sugli strumenti per la de materializzazione di servizi e procedure attivi nella scuola come ad esempio:

  •         l’esistenza di Applicativi per il protocollo informatico, per l’archiviazione elettronica dei documenti e  per la conservazione sostitutiva di documenti informatici;
  •         l’indicazione della tipologia di indirizzo e-mail utilizzato con alcuni dei soggetti maggiormente ricorrenti nei rapporti con la Scuola (Ditte fornitrici, Famiglie, personale docente/ATA, altri Enti e Pubbliche Amministrazioni): PEC e altre mail non certificate.

 

              E’ indubbio che siamo di fronte ad un cambiamento nel quale la P.A., nel nostro caso le Istituzioni Scolastiche, dovranno “attrezzarsi” per modificare la propria struttura organizzativa aprendosi e riorganizzandosi, non solo utilizzando le tecnologie a disposizione ma anche coinvolgendo il personale che sarà parte attiva nell’innovazione. Con la conseguenza, auspicabile, della semplificazione di tutti i procedimenti amministrativi.

Gli stanziamenti previsti e la particolare attenzione dimostrata dagli organi competenti, anche con una pluralità di azioni coordinate finalizzate alla realizzazione degli obiettivi di efficienza, efficacia, economicità, trasparenza e semplificazione sembrano andare in questa direzione:

 

nel consolidamento del processo di informatizzazione via telematica dei servizi;

nella ri-organizzazione strutturale e gestionale dell’attività amministrativa anche in un ottica più ampia, quella Europea.

 

                Rimane comunque ferma la prerogativa dell’Osservatorio Tecnologico di implementare le informazioni in materia di dotazioni multimediali già presenti nell’applicazione Scuola in Chiaro, come strumento utile di conoscenza per le famiglie in vista delle prossime Iscrizioni on-line.

 

Lì, 11 Dicembre 2013

 

                                                                                                                             

 

 

 

 

 

  

 


Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta l’informativa estesa sui cookie. Proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.